Vai al men¨ principale Vai al men¨ secondario Vai ai contenuti Vai a fondo pagina
Istituto Comprensivo Statale
"BASSA VALLE SCRIVIA"
Viale IV novembre, 63 - 15053 - Castelnuovo Scrivia (AL) - Tel. 0131 826560 - Fax 0131 825140
PEO: alic81900g@istruzione.it - PEC: alic81900g@pec.istruzione.it
Istituto Comprensivo Bassa Valle Scrivia (AL)
Istituto Comprensivo Statale
"BASSA VALLE SCRIVIA"
SCIENZE

Programmazione educativo-didattica di Scienze

Classe terza

La programmazione delle attività che verranno proposte alle classi si basa sul D.P.R. 20 marzo 2009 n.89 “Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione”.

 Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado

 

  • L’alunno esplora e sperimenta, in laboratorio e all’aperto, lo svolgersi dei più comuni fenomeni, ne immagina e ne verifica le cause; ricerca soluzioni ai problemi, utilizzando le conoscenze acquisite.
  • Sviluppa semplici schematizzazioni e modellizzazioni di fatti e fenomeni ricorrendo, quando è il caso, a misure appropriate e a semplici formalizzazioni.
  • Riconosce nel proprio organismo strutture e funzionamenti a livelli macroscopici e microscopici, è consapevole delle sue potenzialità e dei suoi limiti.
  • Ha una visione della complessità del sistema dei viventi e della loro evoluzione nel tempo; riconosce nella loro diversità i bisogni fondamentali di animali e piante, e i modi di soddisfarli negli specifici contesti ambientali.
  • È consapevole del ruolo della comunità umana sulla Terra, del carattere finito delle risorse, nonché dell’ineguaglianza dell’accesso a esse, e adotta modi di vita ecologicamente responsabili.
  • Collega lo sviluppo delle scienze allo sviluppo della storia dell’uomo.
  • Ha curiosità e interesse verso i principali problemi legati all’uso della scienza nel campo dello sviluppo scientifico e tecnologico.

 

Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola secondaria di primo grado

 

Fisica e chimica

-                                                                               Utilizzare i concetti fisici fondamentali quali: pressione, volume, velocità, peso, peso specifico, forza, temperatura, calore, carica elettrica, ecc., in varie situazioni di esperienza; in alcuni casi raccogliere dati su variabili rilevanti di differenti fenomeni, trovarne relazioni quantitative ed esprimerle con rappresentazioni formali di tipo diverso. Realizzare esperienze quali ad esempio: piano inclinato, galleggiamento, vasi comunicanti, riscaldamento dell’acqua, fusione del ghiaccio, costruzione di un circuito pila-interruttore-lampadina.

-                                                                             Costruire e utilizzare correttamente il concetto di energia come quantità che si conserva; individuare la sua dipendenza da altre variabili; riconoscere l’inevitabile produzione di calore nelle catene energetiche reali. Realizzare esperienze quali ad esempio: mulino ad acqua, dinamo, elica rotante sul termosifone, riscaldamento dell’acqua con il frullatore.

-                                                                                 Padroneggiare concetti di trasformazione chimica; sperimentare reazioni (non pericolose) anche con prodotti chimici di uso domestico e interpretarle sulla base di modelli semplici di struttura della materia; osservare e descrivere lo svolgersi delle reazioni e i prodotti ottenuti. Realizzare esperienze quali ad esempio: soluzioni in acqua, combustione di una candela, bicarbonato di sodio + aceto.

 

Astronomia e Scienze della Terra

-                                                                              Osservare, modellizzare e interpretare i più evidenti fenomeni celesti attraverso l’osservazione del cielo notturno e diurno, utilizzando anche planetari o simulazioni al computer. Ricostruire i movimenti della Terra da cui dipendono il dì e la notte e l’alternarsi delle stagioni. Costruire modelli tridimensionali anche in connessione con l’evoluzione storica dell’astronomia.

-                                                                              Spiegare, anche per mezzo di simulazioni, i meccanismi delle eclissi di sole e di luna. Realizzare esperienze quali ad esempio: costruzione di una meridiana, registrazione della traiettoria del sole e della sua altezza a mezzogiorno durante l’arco dell’anno.

-                                                                             Riconoscere, con ricerche sul campo ed esperienze concrete, i principali tipi di rocce ed i processi geologici da cui hanno avuto origine.

-                                                                            Conoscere la struttura della Terra e i suoi movimenti interni (tettonica a placche); individuare i rischi sismici, vulcanici e idrogeologici della propria regione per pianificare eventuali attività di prevenzione. Realizzare esperienze quali ad esempio la raccolta e i saggi di rocce diverse.

 

Biologia

-                                                                             Riconoscere le somiglianze e le differenze del funzionamento delle diverse specie di viventi.

-                                                                             Comprendere il senso delle grandi classificazioni, riconoscere nei fossili indizi per ricostruire nel tempo le trasformazioni dell’ambiente fisico, la successione e l’evoluzione delle specie. Realizzare esperienze quali ad esempio: in coltivazioni e allevamenti, osservare della variabilità in individui della stessa specie.

-                                                                              Sviluppare progressivamente la capacità di spiegare il funzionamento macroscopico dei viventi con un modello cellulare (collegando per esempio: la respirazione con la respirazione cellulare, l’alimentazione con il metabolismo cellulare, la crescita e lo sviluppo con la duplicazione delle cellule, la crescita delle piante con la fotosintesi). Realizzare esperienze quali ad esempio: dissezione di una pianta, modellizzazione di una cellula, osservazione di cellule vegetali al microscopio, coltivazione di muffe e microorganismi.

-                                                                              Conoscere le basi biologiche della trasmissione dei caratteri ereditari acquisendo le prime elementari nozioni di genetica.

-                                                                            Acquisire corrette informazioni sullo sviluppo puberale e la sessualità; sviluppare la cura e il controllo della propria salute attraverso una corretta alimentazione; evitare consapevolmente i danni prodotti dal fumo e dalle droghe.

-                                                                             Assumere comportamenti e scelte personali ecologicamente sostenibili. Rispettare e preservare la biodiversità nei sistemi ambientali. Realizzare esperienze quali ad esempio: costruzione di nidi per uccelli selvatici, adozione di uno stagno o di un bosco.

 

 

Contenuti

(spuntate þ le voci che  interessano)

□      Il metodo scientifico

□      Cenni di ecologia

□      La classificazione dei viventi

□      La cellula

□      Le piante

□      Gli invertebrati

□      I vertebrati

□      Gli stati fisici della materia

□      Temperatura e calore

□      Idrosfera, atmosfera e litosfera

□      Le basi della chimica

þ     Gli apparati e le funzioni del corpo umano

þ     La Terra nello spazio

þ     Elementi di Geologia

þ     Elementi di Fisica: moti, forze, energia

þ     Ereditarietà ed evoluzione

Strategie educative e didattiche

 (spuntate þ le voci che  interessano) 

Accoglienza

þ   presentazione degli alunni e dell'insegnante

þ   presentazione dell’ambiente scolastico e delle sue regole

þ   esplicitazione degli obiettivi educativi e didattici

þ   esplicitazione dei criteri di verifica e valutazione

þ definizione   degli strumenti di lavoro

 

Metodo

didattico

þ lezione   frontale

þ attività   guidate

þ lavori di   gruppo

þ gruppi di   ricerca

□    giochi per   l'esercizio di abilità specifiche

□    classi aperte

þ brain   storming

þ discussione   interattiva

þ produzione   di mappe concettuali

□     produzione di   elaborati e di sintesi

 

Uso   dei laboratori

□    tecnologico

þ multimediale

þ audiovisivi

þ scientifico

þ biblioteca

 

Mezzi-Strumenti

þ libro di   testo

þ fotocopie

□    appunti

þ cartelloni

þ riviste

þ libri

□    strumenti per   il calcolo

þ strumenti   multimediali

þ computer

 

 

Verifica e valutazione 

Si effettueranno verifiche periodiche principalmente al termine di ogni unità di apprendimento. Le verifiche saranno sia scritte sia orali e proporranno quesiti di tipologia varia.

L’analisi dell’esito delle prove di verifica permetterà di progettare in tempo utile eventuali interventi di recupero e l’adozione delle strategie didattiche più adatte.

Le prove di verifica  “sommativa” scritte e orali permetteranno di stabilire il livello di conoscenza teorica degli argomenti,  e la comprensione ragionata dei fenomeni chimici, fisici e naturali studiati. A tali verifiche saranno attribuite dei voti in decimi.

Le prove di verifica di tipo “formativo” valuteranno, attraverso un controllo sistematico del lavoro e del comportamento degli studenti, la cura posta da ogni allievo nella gestione del proprio materiale didattico, la puntualità e l’ordine del lavoro, il tipo di partecipazione alla lezione, l’interesse e la motivazione.

 

 


Categoria: DIDATTICAData di pubblicazione: 30/01/2014
Sottocategoria: Programmazione SCUOLA SECONDARIA classi terzeData ultima modifica: 30/01/2014
Permalink: SCIENZETag: SCIENZE
Inserita da M.T.Visualizzazioni: 816
Top news: NoPrimo piano: No

 Feed RSSStampa la pagina 
HTML5+CSS3
Copyright © 2007/2020 by www.massimolenzi.com - Credits
Utenti connessi: 754
N. visitatori: 2005845